Premio di Padre in Figlio – Ed. 2017

Premio di padre in figlio

Cerif è ente promotore della VII edizione del Premio di padre in figlio: il gusto di fare impresa.

È proprio tale caratteristica, ben espressa dalla passione di continuare tra l’altro l’attività imprenditoriale del fondatore o del titolare, che dà origine al filo rosso e che lega da anni le centinaia di imprese che si sono candidate a gareggiare nelle numerose edizioni. Un gusto unico, una gioia preziosa di cui c’è ancora scarsa consapevolezza della loro importante ma silenziosa presenza.

A fronte delle numerose richieste ricevute, si comunica che è prorogato sino al 15 settembre 2017 il termine per la presentazione delle candidature.

Vai al sito ufficiale per compilare la scheda di partecipazione!

Il Premio, che anche quest’anno inviterà a competere le figlie e i figli che sono stati capaci di diventare a loro volta imprenditori,vuole esaltare le molteplici capacità, le forme di intelligenza e le tipologie strategiche che questi imprenditori giovani (ben diversi dai giovani imprenditori) hanno voluto e dovuto mettere in campo per assicurare continuità, sviluppo, innovazione e occupazione alle aziende familiari nelle quali sono stati chiamati ad agire.

È un’affascinante sfida che ha stimolato negli ultimi anni tre fondamentali elementi: le capacità umane e professionali delle figlie e dei figli scelti per continuare il cammino imprenditoriale; lasensibilità e l’equilibrio messo in campo dai padri e dalle famiglie per consentire il successo a questo processo di sostituzione, il conseguimento dei risultati e il raggiungimento di performance aziendali ottenuti con l’aiuto di tutti gli stakeholder che sono co-attori nelle family business italiane.

Dunque, il Premio vuole essere in sintesi un punto di riferimento nazionale sulle buone pratiche per un passaggio generazionale di successo. Un riferimento e un confronto che CERIF e tutti i partner del progetto coinvolti vogliono offrire al sistema imprenditoriale italiano e alla business community, partendo sempre dai due ingredienti principali:

il gusto dell’intraprendere e il rischio di portare l’impresa al successo.